“Le cliniche di fine vita avranno una copertura nazionale”

Pubblicato il 24 Maggio 2013 alle 10:04

Cover

La Levenseindekliniek, la “clinica per il fine vita” che da marzo 2012 accoglie i pazienti a cui medici si rifiutano di praticare l’eutanasia o l’assistenza al suicidio, raddoppia la sua capacità.
A partire da giugno, 30 equipe per un totale di 60 medici aiuteranno le persone che patiscono sofferenze insopportabili senza la possibilità di una cura, come stabilito dalla legge del 2001 sull’eutanasia.
Nell’attuale lista d’attesa presso la clinica (da 1 a 6 mesi) sono iscritti 180 olandesi. In futuro il tempo di attesa dovrebbe essere ridotto a un massimo di 4 settimane.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento