L’Ucraina ha scelto la Russia

Pubblicato il 29 Novembre 2013 alle 16:20

Peccato, peccato, peccato

Il 29 novembre si è concluso a Vilnius il vertice del Partenariato orientale, che non è riuscito a raggiungere il suo obiettivo principale: la firma di un accordo di associazione con l'Ucraina.
Fino all'ultimo il presidente ucraino Viktor Janukovyč ha bloccato i tentativi di rilanciare i negoziati, giudicando "umiliante" la somma di 600 milioni di euro di aiuti offerta dall'Ue. Kiev aveva dichiarato di avere bisogno di 160 miliardi per adeguare la sua economia agli standard europei.
L'Ue si è consolata preparando degli accordi di associazione con Georgia e Moldavia, che potrebbero essere firmati nel giro di un anno.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Abbònati!

Sullo stesso argomento