Monetine contro il processo breve

Pubblicato il 31 Marzo 2011 alle 10:39

Cover

"Prescrizione breve, scoppia la rivolta", titola La Repubblica. A causa di un'acceso dibattito alla Camera il governo non è riuscito a far approvare la legge sul "processo breve", che accorcia i tempi della giustizia ma rischia di far saltare migliaia di processi in corso, tra cui quello che vede accusato di corruzione Silvio Berlusconi. Fuori dall'aula una piccola folla ha contestato il governo, lanciando insulti e monetine contro i ministri. "È il prezzo, intollerabile, messo da Berlusconi sul conto degli italiani: per garantire la sua impunità, devono rinunciare alla loro giustizia", commenta su Repubblica Massimo Giannini. "A Lampedusa il colpo di teatro e la demagogia promozionale, a Roma il colpo di mano e la macelleria costituzionale", scrive Giannini riferendosi alla visita lampo del premier nell'isola siciliana, i cui residenti sono esasperati dai continui sbarchi dalla Tunisia. Berlusconi ha promesso l'immediato trasferimento dei migranti e comprato una villa: "Adesso sono lampedusano anch'io", ha dichiarato.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Abbònati!

Sullo stesso argomento