I risultati delle elezioni del 24 e 25 febbraio hanno messo in imbarazzo Bruxelles e i partner europei, rilanciando il dibattito sule politiche di austerity promosse dalla Germania e osteggiate dai grandi vincitori dello scrutinio, Silvio Berlusconi e Beppe Grillo.
L’Ue dice di aver capito il “messaggio d’inquietudine” degli italiani, ma come Berlino ha comunque chiesto la continuazione degli sforzi per ridurre il debit pubblico.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento