Un presidente indesiderabile

Pubblicato il 20 Luglio 2010 alle 10:05

Cover

“Bouterse, il presidente golpista”, titola Trouw all’indomani dell’elezione di Desi Bouterse alla guida della Repubblica del Suriname. L’ex capo dell’esercito golpista è considerato un paria nei Paesi Bassi, dove nel 2000 è stato condannato a 11 anni di prigione per traffico di droga. Bouterse è anche sospettato di essere coinvolto negli “omicidi dell’8 dicembre” 1982 che eliminarono quindici oppositori politici. Il processo è ancora in corso a Paramaribo, capitale dell’ex colonia olandese divenuta indipendente nel 1975. “Non è il benvenuto, a meno che non voglia scontare la sua pena in prigione”, ha dichiarato il ministro della giustizia Maxime Verhagen.

Categorie

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!