“30,1 – 26,1 per cento. E ora che si fa?”

Pubblicato il 13 Maggio 2013 alle 10:15

Cover

Alle legislative anticipate del 12 maggio il Gerb (conservatore) del primo ministro uscente Boiko Borisov ha ottenuto il 30,1 per cento dei voti, assicurandosi 98 seggi su 240.

I socialisti di Sergej Stanichev hanno raggiunto il 26,1 per cento, con 86 seggi. Gli altri due partiti a superare la soglia del 4 per cento sono stati il Dps, che rappresenta la minoranza musulmana del paese (33 seggi), e gli ultranazionalisti di Ataka (23 seggi).

Appena tre mesi dopo la caduta del governo in seguito a un’ondata di manifestazioni contro la povertà, il paese è nuovamente alle prese con uno stallo politico, sottolinea Standart, secondo cui “la costituzione del nuovo governo sarà un puzzle molto complicato” in quanto nessun partito ha abbastanza voti per governare da solo e nessuno vuole allearsi con il Gerb.

Iscriviti alla newsletter di Voxeurop in italiano

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento