“Armi chimiche al sarin – 0,05 mg uccidono in due minuti”

Pubblicato il 12 Novembre 2013 alle 11:10

Cover

L’inquietudine cresce in Albania, dove gli Stati Uniti vorrebbero che fosse immagazzinato e distrutto l’arsenale chimico siriano. Membro della Nato, l’Albania è stata il primo paese a distruggere le sue armi chimiche nel 2007. Alcuni scienziati consultati da Gazeta Shqiptare mettono in guardia contro la durata del processo, la pericolosità di alcuni elementi che dovranno essere distrutti e la produzione di scarti nel corso della neutralizzazione delle armi chimiche:

Nel 2007 ci sono voluti 16 mesi per distruggere 16 tonnellate, ricordano gli esperti. Dunque la distruzione delle 1.000 tonnellate siriane potrebbe durare più di otto anni. Una volta completato il processo bisognerà controllare l’inquinamento, che durerà per anni.
Intanto, aggiunge il quotidiano,
decine di abitanti di Elbasan, nei pressi della struttura che dovrebbe ospitare le armi chimiche siriane, hanno manifestato pacificamente nel fine settimana contro il loro arrivo nel nostro paese.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento