Asfittica

Pubblicato il 16 Giugno 2014 alle 18:52

Il 16 giugno il gigante russo del gas Gazprom ha annunciato l'interruzione delle forniture dei metano all'Ucraina, dopo che Kiev ha rifiutato di pagare una parte dei 3,3 miliardi di euro di arretrati e l'anticipo sul consumo del mese di giugno, come previsto dal sistema di pagamenti introdotto dal nuovo contratto tra Gazprom e la società ucraina Naftogaz. Gli altri paesi europei potrebbero subire conseguenze dall'interruzione, poiché gran parte del gas russo destinato all'Europa occidentale transita per l'Ucraina.

Ti è piaciuto questo articolo? Ci fa piacere! È in libero accesso perché per noi il diritto a un’informazione libera e indipendente è essenziale per la democrazia. Ma questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha un costo. Abbiamo bisogno del tuo sostegno per continuare a pubblicare degli articoli in diverse lingue e in totale indipendenza per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di membership e i loro vantaggi esclusivi, ed entra a far parte sin da ora della community di Voxeurop!

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di traduzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento