Vignetta Bilancio dell'Ue

Babbo Orbán

Pubblicato il 18 Novembre 2020 alle 12:55

Il 16 novembre l'Ungheria e la Polonia hanno posto il loro veto all'adozione del bilancio pluriennale dell'Ue di 1.074 miliardi di euro e del piano di ripresa post coronavirus da 750 miliardi di euro. 

Budapest e Varsavia si rifiutano di condizionare il versamento dei fondi dell'Ue al rispetto dello stato di diritto a partire dal 2021, come era stato negoziato dai Ventisette – cosa che il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha sempre rifiutato.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento