Cameron limita i sussidi per gli immigrati

Pubblicato il 27 Novembre 2013 alle 14:37

“La libertà di movimento non significa esportare i contributi per i figli”, scrive il premier britannico David Cameron in un articolo sul Financial Times in cui espone i piani del governo per limitare i sussidi alla disoccupazione per i nuovi immigrati dall'Ue in vista dell'abolizione delle restrizioni all'ingresso di romeni e bulgari che scatterà il primo gennaio 2014.

Cameron ha presentato una serie di misure volte a dissuadere i potenziali immigrati, tra cui il blocco dei sussidi per i disoccupati nei primi tre mesi dal loro arrivo e un limite massimo di sei mesi per l'erogazione di tali sussidi. Inoltre sarà introdotto un salario minimo oltre il quale i lavoratori part-time non potranno chiedere contributi integrativi, e i nuovi immigrati dal'Ue non potranno accedere all'edilizia popolare.

Il Times titola "Dure restrizioni ai sussidi per i migranti Ue" e riporta che anche Austria, Germania e Paesi Bassi hanno espresso preoccupazione per il possibile afflusso di migranti dopo la fine delle restrizioni. Secondo il quotidiano

Il pacchetto dovrebbe essere contestato dalla Commissione europea in base alla direttiva Ue sulla libertà di circolazione, anche se fonti governative si dicono convinte di aver rispettato le norme. Cameron si è posizionato in vista di quella che spera si riveli una disputa decisiva con Bruxelles, affermando che è tempo di trovare un nuovo accordo sul diritto di vivere e lavorare all'interno dell'Ue.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento