“Cento giorni dopo il diktat di Bruxelles, si torna a stringere la cinghia”

Pubblicato il 27 Giugno 2013 alle 09:57

Cover

In carica da tre mesi, il governo di Alenka Bratušek si appresta a mettere in atto le nuove misure di risanamento di bilancio che si è impegnato a realizzare con la Commissione europea.
Tra i provvedimenti ci sono un aumento dell’iva dal 20 al 22 per cento dal primo luglio e l’introduzione di imposte sulla proprietà in autunno. Dnevnik sottolinea che

l’esecutivo ha saputo lanciare un programma d’austerity evitando le manifestazioni di protesta che avevano portato alla caduta del precedente governo, ma non è detto che ci riesca anche nei prossimi 100 giorni.

Abbònati alla newsletter di Voxeurop in italiano

Ti è piaciuto questo articolo? Ci fa piacere! È in libero accesso perché per noi il diritto a un’informazione libera e indipendente è essenziale per la democrazia. Ma questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha un costo. Abbiamo bisogno del tuo sostegno per continuare a pubblicare degli articoli in diverse lingue e in totale indipendenza per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di membership e i loro vantaggi esclusivi, ed entra a far parte sin da ora della community di Voxeurop!

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di traduzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento