Essere i testimoni di cambiamenti storici è spesso un privilegio. Anche quest'anno Presseurop è stata in prima fila per seguire quelli che si sono prodotti e quelli che si preparano in Europa. Dal futuro della Grecia a quello della zona euro, dai dibattiti sul federalismo, sulla politica economica o sulla transizione economica alle riflessioni su come sviluppare i legami fra gli europei, continueremo nel 2013 a fornirvi gli articoli più pertinenti per darvi le migliori chiavi di lettura per capire questi eventi.

Ma come indica il nome, osserviamo anche da vicino i cambiamenti radicali che interessano i media in generale e la stampa scritta in particolare. La scomparsa del Financial Times Deutschland a inizio dicembre ha messo in evidenza le sfide esistenziali che attendono i giornali che condividiamo con voi ogni giorno.

Mentre la nostra redazione farà un pausa fino al 2 gennaio, vi proponiamo questa settimana una serie di articoli sulla stampa in Europa. Da Madrid a Stoccolma, da Parigi a Bruxelles, un viaggio che vi farà partecipare al lavoro e agli interrogativi dei giornalisti.

E per il 31 dicembre vi riserviamo una sorpresa, un modo originale di salutare l'anno nuovo. Una prova che l'Europa può essere stimolante e che la stampa ha sempre idee nuove.

Buona lettura e buone feste a tutte e a tutti.

Ps: Non potreste leggere tutti gli articoli che vi proponiamo ogni giorno senza i nostri circa quaranta traduttori, che contribuiscono in modo determinante alla qualità di Presseurop. Anche a loro va il nostro ringraziamento.