Cover

"Il parlamento approva il fondo di salvataggio dell'Ue e i prestiti alla Grecia", titola il Times of Malta all'indomani del voto con cui i deputati maltesi hanno approvato all'unanimità il rafforzamento del Fondo europeo di stabilità finanziaria (Efsf). Adottato il 21 luglio dai leader dell'eurozona, il rafforzamento dell'Efsf (destinato soprattutto ad aiutare la Grecia) deve essere ratificato dai 17 stati che adottano la moneta unica prima di entrare in vigore. Secondo i nuovi termini dell'accordo il contributo di Malta passerà da 398 a 704 milioni di euro. L'11 ottobre la Slovacchia sarà l'ultimo paese a pronunciarsi sull'argomento. Secondo Sme il risultato non è affatto scontato, tanto che "il premier Iveta Radičová minaccia di dimettersi" se il parlamento di Bratislava dovesse esprimere parere negativo sul rafforzamento dell'Efsf. Alla vigilia del voto i partiti della coalizione di governo non avevano ancora trovato un accordo. Se il parlamento voterà a favore il contributo della Slovacchia passerà da 4,4 a 7,7 miliardi di euro.