Referendum in Scozia: Scozia e Catalogna pari sono?

Le bandiere scozzese e catalana durante la Diada, a Barcellona l'11 settembre 2014.
Le bandiere scozzese e catalana durante la Diada, a Barcellona l'11 settembre 2014.
17 settembre 2014 – VoxEurop El País

Il 18 settembre gli scozzesi decideranno se vogliono essere indipendenti dal Regno Unito. Il referendum sarà seguito con particolare attenzione in Spagna, e in particolare in Catalogna: il governo di Barcellona, guidato dai nazionalisti catalani, ha infatti previsto di organizzare un referendum sull’indipendenza della regione per il 9 novembre. Il governo centrale considera la consultazione illegale e la Corte costituzionale probabilmente lo annullerà. Si tratta qui di una prima — e non piccola — differenza con il referendum scozzese, negoziato con il governo britannico e di cui quest’ultimo ha già dichiarato che riconoscerà il risultato.

Tra le due consultazioni “ci sono molte più differenze che similitudini”, sulla forma e nel merito, scrive nel País lo scrittore Javier Cercas:

Nel Regno Unito c’è una discussione abbastanza serena e razionale, dove gli argomenti sono dibattuti; in Spagna il dibattito si riassume a crida, bugie e attacchi personali, in un clima isterico in cui sono comprese le minacce e qualsiasi sforzo per capire chi non è d’accordo. Non a caso nel caso della Scozia, contrariamente alla Catalogna, i mezzi d’informazione sono dominati dai sostenitori dell’Unione.

Secondo Cercas, le differenze tra le due situazioni sono dovute essenzialmente alle diverse culture politiche:

La Scozia ha costruito la sua propria cultura politica, diversa da quella del resto del Regno Unito. Mentre in Inghilterra dominava il neoliberismo, in Scozia si è imposto un sistema socialdemocratico, al punto che i conservatori, al potere a Londra, faticano a esistere come forza parlamentare. In altre parole, la cultura politica scozzese, saldamente ancorata in Europa, tende al modello scandinavo, mentre la cultura inglese, sempre più euroscettica, tende ad assimilare il Regno Unito agli Stati Uniti. Per questo motivo molti scozzesi ritengono che l’indipendenza rappresenti una possibilità concreta di seguire una strada diversa e migliore. Accade qualcosa di simile in Catalogna? Noialtri catalani abbiamo sviluppato una cultura politica diversa e migliore di quella spagnola? In Spagna i socialdemocratici sono stati al governo per 21 anni; in Catalogna solo sette. I tagli al bilancio del presidente nazionalista della regione Artur Mas sono almeno drastici quanto quelli del Primo ministro conservatore Mariano Rajoy. […] Insomma, la cultura politica catalana è la stessa di quella spagnola, ma corretta e aumentata. Esiste la possibilità di costruire un paese diverso e migliore con la stessa cultura politica? Spetta a voi rispondere.

Ci sono errori fattuali o di traduzione? Segnalali