“È possibile proteggere le nostre borse di studio dai cittadini Ue”

Pubblicato il 19 Luglio 2013 alle 09:50

Cover

La Danimarca attendeva con inquietudine il verdetto emesso il 18 luglio dalla Corte di giustizia europa sull’attribuzione delle borse di studio in Germania, sottolinea il Jyllands-Posten.
Il tribunale, appoggiandosi al principio di libera circolazione dei cittadini Ue, ha deciso che la Germania non ha il diritto di rifiutare l’aiuto finanziario agli studenti che non risiedono sul territorio nazionale da 3 anni. Il governo danese pretende che gli studenti stranieri risiedano 2 anni nel paese durante i 10 anni precedenti alla richiesta di una borsa di studio, e dunque teme che la sentenza della Corte faccia giurisprudenza e obblighi la Danimarca a concedere i sussidi a tutti i cittadini europei che li dovessero richiedere. Tuttavia secondo gli esperti interpellati dal Jyllands-Posten è possibile aggirare il verdetto della Corte:

Le borse di studio possono per esempio essere trasformate in prestiti, e si potrebbe pretendere che uno dei genitori del richiedente lavori nel paese. […] Se la Corte di giustizia sostiene che è illegale, noi possiamo sempre adattare la nostra legislazione.

Iscriviti alla newsletter di Voxeurop in italiano

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento