Information, 12 marzo 2010

Il commercio degli ovuli è prostituzione?

Pubblicato il 12 Marzo 2010 alle 13:50
Information, 12 marzo 2010

Cover

“Aiuto alle coppie senza figli o nuova forma di prostituzione?”, si chiede Information a proposito del commercio di ovuli, in forte aumento in Danimarca. Le donne danesi hanno bisogno di più ovuli perché cercano di avere figli in età sempre più avanzata. Dall’inizio di quest’anno il Rigshospitalet, il più importante ospedale del paese, ha già inseminato 44 donne. Anders Nyboe Andersern, direttore del centro di fertilità del Rigshospitalet, propone di retribuire le donatrici con 1000 euro, ma Bente Holm Nielsen, medico e membro dell’associazione Dansk Kvindesamfund (società danese femminile) definisce grottesca la proposta. "L’ovulo diventa una merce e si assiste a una sorta di prostituzione della riproduzione", afferma. Per il momento in Danimarca è proibito pagare per ottenere gli ovuli, ma se una donna che segue un trattamento ormonale produce più ovuli del necessario deve donarli ad altre donne.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Abbònati!

Sullo stesso argomento