Croazia-Ungheria

“Il mandato d’arresto contro Hernádi scatena la collera degli ungheresi”

Pubblicato su 3 Ottobre 2013 alle 09:17

Cover

Il governo ungherese ha annunciato che non estraderà Zsolt Hernádi nonostante il mandato di arresto europeo emesso dalla Croazia nei confronti del direttore generale della compagnia petrolifera Mol, riporta Večernji List.
Hernádi è accusato di aver pagato tangenti all’ex primo ministro croato Ivo Sanader in occasione dell’acquisto della compagnia concorrente croata Ina, nel 2009.
In quello che appare ormai come uno scontro diplomatico, il governo ungherese, azionista di maggiorana di Mol e convinto che le accuse contro Hernádi siano “ingiuste”, ha annullato una visita ufficiale del ministro degli esteri a Dubrovnik prevista per il 4 ottobre, ha minacciato di vendere la sua partecipazione in Ina e ha promesso che intraprenderà “tutte le azioni legali possibili per rimediare alle infrazioni contro l’Ungheria”.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento