“Il rallentamento dei paesi emergenti minaccia l'economia europea”

Pubblicato il 21 Agosto 2013 alle 09:26

Cover

La crescita di Brasile, Russia, India e Cina vacilla ma potrebbero essere le imprese europee a pagarne il prezzo, avverte Berlingske.

“Se il rallentamento economico si aggrava potrebbe nuocere alle esportazioni e all’impiego”, sostiene il quotidiano citando Allan von Mehren della Danske Bank:

Abbiamo investito troppo in questi paesi, perché le aspettative sulla loro crescita erano troppo elevate. Oggi il denaro sta per uscirne.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento