Vignetta Inondazioni nel nord Europa

Sott'acqua

Pubblicato il 21 Luglio 2021 alle 13:31

La politica dello struzzo.

Parecchi giorni consecutivi di piogge torrenziali hanno causato inondazioni mortali nei Paesi del nord Europa. Il 17 luglio, il bilancio provvisorio belga ammontava a 31 morti e 163 dispersi, soprattutto in Vallonia: la regione di Liegi è stata la più fortemente colpita. Almeno altri 150 decessi e migliaia di sfollati si contano anche in Germania occidentale, in particolare nella Renania-Palatinato. Le piene hanno inoltre provocato importanti danni materiali nel Paesi Bassi e nel Lussemburgo.

Vista la gravità del fenomeno, il 16 luglio la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha dichiarato a Dublino: "Queste inondazioni confermano le affermazioni degli scienziati sul cambiamento climatico". Un programma per ridurre le emissioni di gas a effetto serra all'interno dell'Ue è appena stato presentato.

Iscriviti alla newsletter di Voxeurop in italiano


Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento