“La nuova ministra vuole criteri più rigidi”

Pubblicato il 19 Settembre 2013 alle 09:47

Cover

All’indomani della sua nomina in un rimpasto a sorpresa, il 17 settembre, la nuova ministra del lavoro Elisabeth Svantesson ha dichiarato che intende rafforzare i criteri di accesso al reddito di cittadinanza, allungare da sei mesi a un anno il periodo di prova dei dipendenti e aumentare le sovvenzioni per i datori di lavoro che assumono gli stranieri.
A un anno dalle prossime legislative, il primo ministro Fredrick Reinfeldt ha sostituito anche la ministra della cooperazione e dello sviluppo Gunilla Carlsson, nominando al suo posto l’ex ministro del lavoro Hillevi Engström.
Il 18 settembre Reinfeldt ha presentato il suo piano per il budget 2014, che prevede una riduzione delle imposte per un totale di 15 miliardi.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento