La protesta entra in politica

Pubblicato il 16 Dicembre 2013 alle 12:16

Il movimento di protesta che ha occupato le strade della Slovenia l’anno scorso ha generato un nuovo partito politico, chiamato Solidarietà e presentato il 14 dicembre 2013. Il gruppo nasce dall’unione di tre movimenti civici, spiega Dnevnik.

“I gruppi civici non sono abbastanza. Dobbiamo plasmare la politica attraverso la politica e l’azione politica”, ha spiegato Damjan Mandelc, uno dei leader del nuovo partito. Solidarietà vuole combattere la politica attuale, sfidare il consenso politico che considera dannoso e chiedere la restituzione del potere al popolo, precisa il quotidiano. 

Le elezioni europee del maggio 2014 rappresenteranno la prima opportunità per Solidarietà di ottenere il sostegno degli elettori. Nonostante l’ingresso nel panorama politico, le manifestazioni di piazza continueranno a veicolare il messaggio di protesta del movimento.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento