“Leader europei, i gioielli delle loro corone prima di tutto”

Pubblicato il 28 Novembre 2013 alle 14:03

Cover

Alla vigilia della firma di un accordo tra gli stati membri sulle emissioni di CO2 delle automobili, De Morgen scrive che “il clima diventa vittima del protezionismo europeo”.
Il quotidiano ricorda che la Germania ha bloccato l’adozione di norme più rigide per non danneggiare il costruttore tedesco Bmw, azione sostenuta dal Regno Unito in cambio di favori per la City di Londra. La Francia ha ceduto alle pressioni della Renault, spinta dal suo partner commerciale Daimler il cui lobbista di punta è un ex consigliere di Angela Merkel.
Secondo De Morgen le ong ambientaliste sono furiose. Il quotidiano cita un esperto di trasporti di Greenpeace:

Dopo il mezzo fallimento dei negoziati climatici globali a Varsavia, l'Ue volta le spalle alle promesse di ridurre i danni climatici causati anche dalle macchine. [...] Per l'Ue gli interessi a breve termine di alcune aziende sono più importanti di quelli dei cittadini e del resto dell'economia.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento