Revista 22, 10 febbraio 2010

L'Europa rinuncia a Kiev

Pubblicato il 10 Febbraio 2010 alle 13:29
Revista 22, 10 febbraio 2010

Cover

"Ormai l'occidente guarda l'Ucraina con indifferenza", scrive Revista 22 all'indomani delle elezioni presidenziali nell'ex repubblica sovietica. "Da qualche anno Kiev era considerata un elemento essenziale dell'architettura politica europea", scrive nel suo editoriale Alexandru Lazescu, secondo il quale la vittoria del candidato filorusso Viktor Janukovich su Julia Timoshenko "sancisce ufficialmente la morte della rivoluzione arancione del 2004 e il ritorno del paese nella sfera d'influenza di Mosca. Il presidente uscente Viktor Jushenko e il suo ex premier hanno fatto di tutto per distruggere il capitale di fiducia che avevano conquistato in Europa". Ecco perché "il risultato delle elezioni era già noto e i media occidentali ne hanno parlato così poco". L'Ue non ha potuto che constatare "il nuovo equilibrio strategico che si va delineando nel sud-est europeo" e inaugurare un nuovo approccio alla sua politica di vicinato.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento