Vignetta della settimana Anniversario dell'invasione dell'Ucraina

Lo sguardo dei vignettisti su un anno di guerra in Ucraina

Pubblicato il 23 Febbraio 2023 alle 12:14

L’invasione totale dell'Ucraina da parte della Russia, lanciata il 24 febbraio 2022, sarebbe dovuta durare solo quindici giorni, e invece va avanti da un anno. Un anno di determinata resistenza ucraina e di disastrosi assalti russi, di decine di migliaia di morti da entrambe le parti, di danni ambientali catastrofici, segnati anche dalla caduta in disgrazia di un intero paese: questo è, per ora, il triste quadro dipinto dall'aggressione russa.

Sebbene il coinvolgimento degli Stati Uniti e dell'Europa (soprattutto nella fornitura di risorse e armi pesanti) e la crescente vulnerabilità di Vladimir Putin facciano pensare a una vittoria ucraina, ci sono ancora molte incognite e la guerra è (molto) lontana dalla fine.

Questa è la nostra selezione delle migliori vignette satiriche sull'anniversario.

Vignette di Emanuele Del Rosso, Marilena Nardi, Vladimir Kazanevsky, Tjeerd Royaards, Ahmad Rahma, Paolo Calleri, Maarten Wolterink, Enrico Bertuccioli, Christo Kormanitski, Andrea Arroyo, Carlos Amorim, Tom Janssen.

Clicca su una vignetta per aprire la gallery:

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni un giornalismo che non si ferma ai confini

Approfitta delle offerte di abbonamento oppure dai un contributo libero per rafforzare la nostra indipendenza

Sullo stesso argomento