“Londra e Berlino si sono liberate del debito portoghese dopo le dimissioni di Portas e Gaspar”

Pubblicato il 4 Settembre 2013 alle 09:43

Tra maggio e giugno gli investitori tedeschi e britannici hanno venduto rispettivamente 1,8 miliardi e 450 milioni di euro in bond portoghesi, provocando un forte rialzo nei tassi di interesse.
Il tasso sui bond portoghesi è passato dal 5,3 per cento di maggio al 7 per cento di giugno, riporta Diário de Notícias.
La situazione è peggiorata a causa del dissesto finanziario del paese e dell’aggravarsi della crisi politica nel mese di luglio, con le dimissioni del ministro delle finanze Victor Gaspar e del ministro degli esteri Paulo Portas.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di traduzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento