“Nuotare in ‘burkini’ è accettabile per le ragazze musulmane”

Pubblicato il 12 Settembre 2013 alle 10:07

Cover

Il tribunale amministrativo federale ha deciso che le allieve musulmane non possono essere esentate dai corsi di nuoto, riporta la Frankfurter Allgemeine Zeitung.
La Corte suprema ha dato torto alla famiglia di una ragazzina di 13 anni di Francoforte, che si era rifiutata di mandarla in piscina con la sua classe per motivi religiosi.
I giudici di Leipzig hanno deciso che indossare il “burkini”, un costume che copre corpo e capelli, è accettabile perché rappresenta “un compromesso tra i doveri formativi dello stato e la libertà religiosa”.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento