“Paga oraria da fame”

Pubblicato il 18 Novembre 2013 alle 11:10

Cover

In Polonia dovrebbe essere introdotto uno stipendio minimo per aiutare milioni di persone la cui paga “viola la dignità umana”, scrive GW sottolineando che persino in Grecia i dipendenti guadagnano almeno 4 euro l’ora, mentre in Polonia alcuni datori di lavoro offrono impieghi per 0,5 euro l’ora. Secondo il quotidiano

I datori di lavoro polacchi vogliono pagare le persone a ora per aggirare le regole sul salario minimo, attualmente di 1.600 zloty (400 euro).
Secondo le stime del ministero del lavoro in Polonia vengono pagate a ora 900.000 persone (inclusi gli studenti che non riescono trovare un lavoro migliore) e dunque non sono protette dalle regole sul mercato del lavoro.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento