Decine di migliaia di persone manifestano nelle principali città della Polonia dal 22 ottobre per protestare contro la sentenza della Corte costituzionale, strettamente legata al Partito ultraconservatore Legge e Giustizia, che ha di fatto reso illegale l’aborto nel paese. 

La Corte ha dichiarato l'aborto incostituzionale nei casi di malformazioni anche gravi e irreversibili del feto, pratica che costituisce la stragrande maggioranza degli aborti in Polonia. L'aborto rimane possibile solo in caso di stupro, incesto o grave rischio per la salute della madre.

 

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta
Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Abbònati!

Sullo stesso argomento