Vignetta Diritto all'aborto in Polonia

La regressione

Pubblicato il 26 Ottobre 2020 alle 12:08

Decine di migliaia di persone manifestano nelle principali città della Polonia dal 22 ottobre per protestare contro la sentenza della Corte costituzionale, strettamente legata al Partito ultraconservatore Legge e Giustizia, che ha di fatto reso illegale l’aborto nel paese. 

La Corte ha dichiarato l'aborto incostituzionale nei casi di malformazioni anche gravi e irreversibili del feto, pratica che costituisce la stragrande maggioranza degli aborti in Polonia. L'aborto rimane possibile solo in caso di stupro, incesto o grave rischio per la salute della madre.

 

Newsletter in italiano

Ti è piaciuto questo articolo? Ci fa piacere! È in libero accesso perché per noi il diritto a un’informazione libera e indipendente è essenziale per la democrazia. Ma questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha un costo. Abbiamo bisogno del tuo sostegno per continuare a pubblicare degli articoli in diverse lingue e in totale indipendenza per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di membership e i loro vantaggi esclusivi, ed entra a far parte sin da ora della community di Voxeurop!

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di traduzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento