“Si ricomincia a trattare con l’Ue”

Pubblicato il 19 Dicembre 2013 alle 11:45

Cover

Il 18 dicembre il Consiglio federale svizzero ha dato mandato a Didier Burkhalter di riprendere i negoziati con Bruxelles “nel campo della fiscalità sul risparmio e delle relazioni istituzionali” a partire dal primo gennaio 2014, quando assumerà la presidenza turnante della Confederazione, riporta il Corriere del Ticino. “Un aspetto salta subito agli occhi”, nota il quotidiano ticinese:

i contorni dei negoziati sulla revisione dei nostri rapporti bilaterali con l’Ue sono definiti e possono essere giudicati con una certa chiarezza, mentre quelli delle trattative fiscali sono incerti.
In particolare l’accesso delle banche svizzere al mercato europeo è una “condizione sine qua non della revisione degli accordi fiscali”, mentre “la quesitone dello scambio automatico delle informazioni resta vaga”.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento