Vignetta Ue, Russia e Ucraina

Il mediatore

Pubblicato il 15 Febbraio 2022 alle 15:56
Bandiera russa, bandiera ucraina, bandiera europea

Chi altro si presenterà al tavolo dei negoziati con Vladimir Putin? Dopo l’intervento di Emmanuel Macron a Mosca, è stato il turno del Cancelliere tedesco Olaf Scholz di recarsi al fronte, prima a Kiev e poi a Mosca.

Arrivato a Kiev il 14 febbraio per incontrare e sostenere il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, il Cancelliere tedesco ha incontrato Vladimir Putin il giorno successivo. Il suo era un compito delicato: mantenere aperti i canali di comunicazione e ribadire il rischio di sanzioni in caso di aggressione russa. Dall’altro lato dell’Atlantico gli Stati Uniti continuano a evocare a gran voce il pericolo di un’invasione imminente.L’intervento di Scholz, accusato di debolezza nella gestione della crisi ucraina, è visto da alcuni come una delle ultime possibilità di mantenere la pace nella regione.


Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta


Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento