Una nuova frontiera

Ad agosto 2018, Alexandra Lebon e Bénédite Topuz hanno percorso il confine tra l’Irlanda del Nord e la Repubblica d’Irlanda; da est ad ovest, da Omeath a Muff, le due fotografe sono andate a incontrare gli irlandesi che vivono al confine.

Pubblicato su 14 Maggio 2020 alle 18:48

Ad agosto 2018, Alexandra Lebon e Bénédite Topuz hanno percorso il confine tra l’Irlanda del Nord e la Repubblica d’Irlanda; da est ad ovest, da Omeath a Muff, le due fotografe sono andate a incontrare gli irlandesi che vivono al confine. 

Nel corso degli anni, dopo il Good Friday Agreement, l’accordo di pace firmato nel 1998, questa frontiera, lunga 499 km, è diventata fisicamente invisibile e facile da attraversare. Nel bel mezzo dei negoziati sulla Brexit, la questione del confine irlandese ricorda una storia dolorosa.

Come il resto del Regno Unito, l’Irlanda del Nord lascerà l’Unione europea e il mercato comune il 31 dicembre 2020. Il Paese resterà nel territorio doganale britannico ma costituirà una porta d’ingresso nel mercato comune europeo. Per questo, non ci saranno frontiere fisiche tra le due parti dell’Irlanda. I controlli doganali verranno effettuati nei porti, tra il Regno Unito e l’isola irlandese.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento