Verso la ristrutturazione del debito

Pubblicato il 6 Aprile 2011 alle 10:39

Cover

La probabile ristrutturazione del debito pubblico della Grecia - che la Süddeutsche Zeitung continua a definire "l'argomento di cui si parla sottovoce nell'Ue" - domina la prima pagina del Financial Times Deutschland. Secondo il quotidiano economico tedesco "l'Ue sta perdendo fiducia nella Grecia": la diffidenza dei mercati internazionali è tale che con ogni probabilità Atene non avrà tempo fino al 2012 per rifinanziare il debito con mezzi propri, contrariamente a quanto previsto. Il 5 aprile il tasso dei bond decennali ha raggiunto il 12,7 per cento, il doppio rispetto a quello che la Grecia paga per il prestito accordato dall'Unione europea e dal Fondo monetario internazionale. Tuttavia anche in caso di ristrutturazione persisterebbero ancora due problemi. In primo luogo le speculazioni innescate da una ristrutturazione della Grecia potrebbero destabilizzare gli altri stati in difficoltà, Irlanda e Portogallo. In secondo luogo l'Ue non dispone ancora di una procedura standard per la ristrutturazione. "La Grecia dovrebbe negoziare da sola e dipenderebbe dalla buona volontà dei creditori", ovvero banche e compagnie assicurative.

Ti è piaciuto questo articolo? Ci fa piacere! È in libero accesso perché per noi il diritto a un’informazione libera e indipendente è essenziale per la democrazia. Ma questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha un costo. Abbiamo bisogno del tuo sostegno per continuare a pubblicare degli articoli in diverse lingue e in totale indipendenza per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di membership e i loro vantaggi esclusivi, ed entra a far parte sin da ora della community di Voxeurop!

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di traduzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento