Vignetta Vertice europeo post-Covid

Messo nell’angolo

Pubblicato il 22 Luglio 2020 alle 10:36

Il presidente del consiglio europeo Charles Michel: “…E nell’angolo opposto…!”

Al termine di un vertice maratona i capi di stato e di governo dei Ventisette hanno trovato un accordo sul piano di rilancio dell’economia dell’Unione dopo la crisi del Covid-19, e sul quadro finanziario pluriennale per 2021-2027. Il piano “Next Generation Europe” precede che la commissione europea prenda in prestito 750 miliardi di euro sui mercati e che ne riversi fino a 390 agli stati membri più colpiti dalla pandemia (Italia, Spagna, Francia) sotto forma di sovvenzioni; il resto è costituito da prestiti disponibili secondo i bisogni di ciascuno.

Le discussioni sono state bloccate a lungo a causa della resistenza dei paesi detti “frugali” (Austria, Danimarca, Paesi Bassi, Svezia e, in misura minore, Finlandia), guidati dal premier olandese Mark Rutte e contrari all’ammontare delle somme in gioco e all’idea di sovvenzionare a fondo perduto degli stati dalla disciplina di bilancio giudicata allegra.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento