Vietata la “droga” dei somali

Pubblicato il 11 Gennaio 2012 alle 13:06

Il governo olandese ha deciso di vietare il qat in seguito alla pubblicazione di uno studio sul consumo di questa sostanza da parte degli immigrati somali. Secondo tale studio masticare il qat – una pianta le cui foglie hanno effetti equiparabili a quelli delle anfetamine – “nuoce alla salute e causa problemi sociali”. La stampa locale ha reagito con stupore a questo annuncio.

Trouw titola “Quasi innocuo, ma proibito comunque”, mentre De Volkskrant scrive che “dei 27mila somali presenti nei Paesi Bassi soltanto il 10 per cento è dipendente dal qat”. Il quotidiano aggiunge che proibendo uno stimolante e per di più inserendolo nell’elenco delle droghe pesanti il governo non centra il proprio obiettivo: “Provvedimenti mirati probabilmente avrebbero sortito maggiori effetti di un divieto generalizzato”, tanto più che si rischia di incrementare il contrabbando.

Nrc Handelsblad scrive che “in Europa l’importazione del qat è legale soltanto nel Regno Unito e nei Paesi Bassi. L’aeroporto di Schiphol e il vicino comune di Uithoorn sono diventati il centro del mercato europeo”. Secondo il quotidiano “la diffidenza nei confronti della Somalia come partner commerciale” ha pesato nella decisione del governo, che ritiene che “gli introiti del commercio del qat siano utilizzati per attività terroristiche nel Corno d’Africa”.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta
Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Abbònati!

Sullo stesso argomento