De Volkskrant, 4 settembre 2009.

A Rotterdam la festa è finita

Pubblicato il 4 Settembre 2009 alle 10:43
De Volkskrant, 4 settembre 2009.

Cover

Il mandato del sindaco di Rotterdam, Ahmed Aboutaleb, comincia a mostrare le "prime crepe", titola in prima pagina De Volkskrant all'indomani di una riunione del consiglio municipale sulle responsabilità degli incidenti che si sono verificati in occasione della grande festa del 22 agosto. Organizzata su una spiaggia vicino alla città portuale, questa festa - alla quale hanno assistito in 28mila - sarebbe stata il teatro di una sparatoria che ha fatto un morto e sei feriti. Il quotidiano olandese riferisce che "su 160 poliziotti presenti quella sera, 21 hanno sparato con la loro arma di servizio, provocando la morte di un giovane di Rotterdam".

In un editoriale, il giornale si chiede "se bisogna rispondere a questo genere di problemi con la sola repressione. È evidente che una nuova generazione di hooligan [quella sera erano in 2-300] ha spostato il suo terreno di azione dagli stadi di calcio, che sono sempre più sicuri, ad altri eventi con il solo scopo di provocare uno scontro con la polizia. Per loro le manifestazioni gratuite [come quello sulla spiaggia vicino a Rotterdam] rappresentano una ghiotta occasione […]. Di conseguenza si comprende la decisione di Aboutaleb di non autorizzare più feste gratuite su vasta scala".

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento