“Cipro si dibatte tra la punizione per i risparmiatori e la bancarotta”

Pubblicato su 18 Marzo 2013 alle 10:11

Cover

I ministri delle finanze dell’eurozona vogliono che i risparmiatori di Cipro cedano parte dei loro depositi in cambio dei 10 miliardi di euro del bailout, ma il governo dell’isola sta cercando di alleggerire il peso sui piccoli risparmiatori.
Dopo il rinvio di domenica, lunedì il parlamento nazionale potrebbe votare il pacchetto. Lunedì è anche giorno di chiusura per le banche, e il governo potrebbe decidere di tenere chiuse le filiali fino a mercoledì per evitare una corsa ai prelievi.
Domenica, in un discorso rivolto alla nazione, il presidente Nicos Anastasiades ha spiegato che la scelta era “tra lo scenario catastrofico della bancarotta disordinata e una gestione dolorosa ma controllata della crisi”.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento