O l’Fmi o Viktor Orbán

Pubblicato il 17 Novembre 2011 alle 12:07

All'inizio della settimana Standard&Poor's ha messo il debito pubblico ungherese "sotto sorveglianza negativa". La decisione dell'agenzia di rating ha provocato la reazione immediata del premier Viktor Orbán, secondo il quale "l'Ungheria non ha bisogno di alcun prestito da parte dell'Fmi. Se l'Fmi arriverà nel nostro paese, io me ne andrò", riporta Hirszerzö.

"Ma come stanno veramente le cose?", si domanda il sito d'attualità. La moneta nazionale è in caduta libera, e il 17 novembre ci volevano 316 fiorini per comprare un euro. Nel marzo del 2009, quando la quotazione di cambio era pressoché identica a oggi, Budapest aveva chiesto l'aiuto dell'Fmi. Il debito pubblico ungherese ha raggiunto il 76 per cento del pil, e "gli economisti e i banchieri dell'Fmi pensano che in futuro un compromesso sarà inevitabile".

Il paese non sta bene, ammette Hirszerzö, che rifiuta seccamente l'idea che "per amore della libertà economica" gli ungheresi siano costretti a pagare il prezzo di "un nazionalismo fallito". Sarebbe meglio "rivedere al ribasso le previsioni di crescita, e se l'arrivo dell'Fmi significherà l'addio del premier, allora ben venga".

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento