Parlamento diviso sull’Afghanistan

Pubblicato il 18 Ottobre 2010 alle 10:05

Cover

"La morte non cambia la strategia svedese" in Afghanistan, titola Svenska Dagbladet dopo l'uccisione del quinto soldato svedese dal 2001. Secondo il quotidiano l'incidente rappresenta un "appello all'unità nazionale" per il parlamento di Stoccolma. In Svezia, infatti, la decisione di impiegare i soldati in un conflitto all'estero è sempre stata presa di concerto tra i socialdemocratici e i partiti di centrodestra. Oggi invece il mondo politico svedese è spaccato. Il governo vorrebbe prolungare il mandato dei 500 soldati di stanza in Afghanistan, mentre i socialdemocratici e i verdi pretendono il ritiro delle truppe. Il recente ingresso in parlamento dei Democratici di Svezia, partito di estrema destra pronto fare sentire il proprio peso nella decisione finale, complica ulteriormente la situazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!