“Un sms è l’ultima traccia”

Pubblicato il 27 Novembre 2013 alle 10:10

Cover

Il 23 novembre due giornalisti svedesi — il reporter Magnus Falkehed e il fotografo Niclas Hammarström — “sono stati rapiti da sconosciuti mentre lasciavano una zona di guerra” sulla strada tra la città siriana di Yabrud e la frontiera libanese, riferisce Dagens Nyheter.
“La loro ultima traccia è un sms inviato [il 22] da una località sconosciuta, in cui dicono che va tutto bene”. Falkehed e Hammarström “erano entrati in Siria il 18 attraverso il Libano”, precisa Dagens Nyheter:

Dovevano realizzare dei ritratti di medici che lavorano in condizioni molto difficili. […] Gli esperti della polizia di Stoccolma sono già impegnati nelle ricerche.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento