“Un sms è l’ultima traccia”

Pubblicato il 27 Novembre 2013 alle 10:10

Cover

Il 23 novembre due giornalisti svedesi — il reporter Magnus Falkehed e il fotografo Niclas Hammarström — “sono stati rapiti da sconosciuti mentre lasciavano una zona di guerra” sulla strada tra la città siriana di Yabrud e la frontiera libanese, riferisce Dagens Nyheter.
“La loro ultima traccia è un sms inviato [il 22] da una località sconosciuta, in cui dicono che va tutto bene”. Falkehed e Hammarström “erano entrati in Siria il 18 attraverso il Libano”, precisa Dagens Nyheter:

Dovevano realizzare dei ritratti di medici che lavorano in condizioni molto difficili. […] Gli esperti della polizia di Stoccolma sono già impegnati nelle ricerche.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento