“Tre no sonori”

Pubblicato il 25 Novembre 2013 alle 10:18

Cover

Gli elettori svizzeri hanno votato “no” ai tre quesiti referendari del 24 novembre. Con il 60,5 per cento dei voti hanno bocciato l’aumento del prezzo del bollo autostradale da 40 franchi svizzeri a 100 (81,30 euro), mentre il 58,5 per cento ha rifiutato una proposta dell’Udc (Unione democratica del centro, destra populista) per allineare le deduzioni fiscali dei genitori che hanno i figli in affidamento a quelle dei genitori che pagano spese di custodia.
Infine il 65,3 per cento ha rifiutato un tetto ai salari proposto dai giovani socialisti. Secondo Le Temps

gli svizzeri hanno respinto l’idea di un controllo statale illusorio e incompatibile con lo spirito di uno stato liberale.

Abbònati alla newsletter di Voxeurop in italiano

Ti è piaciuto questo articolo? Ci fa piacere! È in libero accesso perché per noi il diritto a un’informazione libera e indipendente è essenziale per la democrazia. Ma questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha un costo. Abbiamo bisogno del tuo sostegno per continuare a pubblicare degli articoli in diverse lingue e in totale indipendenza per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di membership e i loro vantaggi esclusivi, ed entra a far parte sin da ora della community di Voxeurop!

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di traduzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento