Vignetta Ungheria, Polonia e lo Stato di diritto

Binge watching

Pubblicato il 23 Novembre 2020 alle 19:42

Dal punto di vista di Vladimir Putin — che non fa mistero della sua preferenza per un'Unione europea debole — la saga del braccio di ferro tra l'Ue da un lato, e l'Ungheria e la Polonia dall'altro, sul rispetto dello Stato di diritto è vista come una soap opera che mette in scena le debolezze della democrazia liberale.

L'ultima puntata, lo stallo dopo il veto di Budapest e Varsavia sull'adozione del bilancio pluriennale dell'Ue e del piano di ripresa post-Covid in un momento in cui la maggior parte degli europei è ancora una volta confinata, non può che confortare l'autoritario capo del Cremlino.

Ti è piaciuto questo articolo? Ci fa piacere! È in libero accesso perché per noi il diritto a un’informazione libera e indipendente è essenziale per la democrazia. Ma questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha un costo. Abbiamo bisogno del tuo sostegno per continuare a pubblicare degli articoli in diverse lingue e in totale indipendenza per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di membership e i loro vantaggi esclusivi, ed entra a far parte sin da ora della community di Voxeurop!

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di traduzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento