Vignetta Presidenza francese del Consiglio dell'Ue

Multiruolo

Pubblicato il 4 Gennaio 2022 alle 13:37

Assumendo la presidenza di turno del Consiglio dell'Unione europea il 1° gennaio, la Francia si appresta a realizzare gli ambiziosi progetti di Emmanuel Macron per l’Europa: riforma delle frontiere dello spazio Schengen, revisione del bilancio, difesa europea, ecc. Degli obiettivi che l’eurofilo presidente francese punta a sfruttare anche da un punto di vista elettorale. 

Se la presidenza del Consiglio dell'Ue è infatti l’occasione per far mettere alcune questioni all'agenda dei Ventisette, è anche un'opportunità per Macron di presentarsi come l'uomo forte dell'Unione europea in vista della sua probabile candidatura alle elezioni presidenziali previste per aprile. La coincidenza del calendario non è sfuggita all'attenzione degli oppositori francesi, che accusano Macron di usare la presidenza a rotazione per scopi elettorali. 

Ma se la presidenza del Consiglio dell’Ue ha i suoi vantaggi, non è senza contropartita. Se vuole trarne un vantaggio elettorale Macron dovrà ricordare l'interesse e la necessità di un'Europa unita a degli elettori francesi piuttosto euroscettici, e soprattutto presentare un bilancio positivo della presidenza di turno – il tutto in pochi mesi.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta


Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

LIVE: raccontare la crisi dei rifugiati, sul campo

Il giornalista bielorusso Anton Trafimovitch e il greco Stavros Malichudis hanno raccontato per Voxeurop la situazione dei rifugiati in Europa e alle sue frontiere, in Grecia e Bielorussia. Una discussione sul lavoro del giornalista sul campo, in un momento in cui l’Europa fortezza si chiude ulteriormente.

Vedi l'evento >

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento